L’ANTIPATIA DELLA MANCANZA

JOHN GREEN, Cercando Alaska

(a cura di Gabriella Forina, 2^ T)

(Miles Halter, ragazzo colto e solitario, è un collezionista di ultime frasi famose. Decide di lasciare la sua amata California per andare a studiare a Culver Creek, una prestigiosa scuola dell’Alabama dove conosce Chip e Alaska. Insieme ad altri amici bevono, fumano, stanno svegli fino a tardi e organizzano scherzi. Ma quando il destino ha altri piani per i nostri protagonisti, che si fa?)

<<“La nostra storia è finita?”>>ripetei. Mi sentivo alquanto rintronato, e mi pareva che la cosa migliore fosse ripetere l’ultima frase del discorso, cosi lui poteva continuare a parlare.

<<Già. Così. E sai cos’è che mi brucia? Che a me importa di lei, eccome. Voglio dire, siamo due disgraziati. Una coppia balorda. Eppure, voglio dire, io le ho detto ti amo. Ho perso la verginità con lei.>>

<<Hai perso la verginità con lei?>>

<<Eh, già. Già. Non te l’ho mai detto? È l’unica ragazza con cui sono andato a letto. Non so. Anche se passavamo il novantanove per cento del nostro tempo a litigare, sono proprio triste.>>

<<Proprio triste?>>

<<Più triste di quello che mi aspettavo, comunque. Cioè, era inevitabile, lo sapevo. Non abbiamo avuto un solo momento bello in tutto quest’anno. Voglio dire, fin da quando sono tornato, erano continue zuffe. Avrei dovuto essere più gentile con lei. Boh. È triste.>>

<<È triste>> ripetei.

<<Cioè, è stupido sentire la mancanza di qualcuno che non potevi sopportare. Ma non so, era bello avere sempre qualcuno con cui litigare, sai.>>

<<Litigare>> dissi. Poi, confuso, oramai incapace di guidare, aggiunsi: <<È bello.>>

Ogni tanto capita di incontrare nella vita una persona che ci sta antipatica. Allora si cerca di trovare argomenti in comune e quando ci si comincia a conoscere può nascere la simpatia reciproca. Ma ci sarà sempre qualcosa su cui litigare che sfocerà poi in un lungo abbraccio senza parole come a chiedersi scusa a vicenda. A me personalmente è successo di incontrare una persona speciale e anche se litighiamo spesso ci vogliamo un gran bene.