CHARLOTTE BRONTË, JANE EYRE

Molte delle esperienze dell’autrice ricorrono nei romanzi che scrisse, dei quali “Jane Eyre” è il più celebre. Jane, esplicito alter ego della scrittrice, dopo anni di stenti e di solitudine, diventa istitutrice presso la famiglia Rochester. Il padrone di casa, cinico, è conquistato dalla personalità della ragazza. Ma quando scopre che la moglie di Rochester, creduta morta, è ancora in vita, prigioniera della pazzia, Jane fugge abbandonando l’uomo che le aveva chiesto di sposarlo. Sarà un enigmatico presentimento a farla tornare indietro e a preparare lo sviluppo finale del romanzo.

Quel giorno era impossibile uscire a passeggio. Al mattino, in realtà, avevamo gironzolato per un’ora tra gli arbusti spogli, ma dopo pranzo (Mrs Reed, quando non c’erano ospiti, pranzava presto) il freddo vento invernale aveva portato con sé nubi così scure e una pioggia così insistente che altre escursioni all’aperto erano decisamente fuori questione.

Ne fui felice. Le lunghe passeggiate non mi erano mai piaciute, specie nei pomeriggi gelidi. Era terribile tornare a casa nel pungente freddo del crepuscolo, con mani e piedi gelati e il cuore intristito dai rimproveri di Bessie, la balia, e avvilita dalla consapevolezza della mia inferiorità fisica rispetto a Eliza, John e Georgiana Reed.

Eliza, John e Georgiana, gli stessi di cui sopra, erano ora riuniti attorno alla loro mamma nel salottino; lei se ne stava sdraiata sul divano accanto al fuoco e, con i suoi tesorini tutt’intorno (che per il momento non litigavano né strillavano), era il ritratto della felicità. Quanto a me, mi aveva dispensata dall’onere di unirmi al gruppo, dicendo che “le rincresceva di dovermi tenere a distanza, ma finché non avesse saputo da Bessie e visto con i suoi occhi che facevo seri sforzi per assumere un atteggiamento più socievole e adatto a una bambina della mia età, modi più amabili e briosi – un po’ più aperti, franchi e spontanei, insomma – , si vedeva costretta a escludermi dai privilegi destinati soltanto ai bambini felici e contenti”.

Risultati immagini per jane eyre charlotte bronte libro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...