Si può morire per amore?

Stephenie Meyer, Twilight – New Moon

(a cura di Valeria Deipazzi, 2^ A/Tur)

(Il giorno del diciottesimo compleanno di Isabella un piccolo incidente domestico riesce a mettere in crisi la tranquillità della sua vita in compagnia del fidanzato vampiro Edward e della famiglia di lui: le ripercussioni sono tante da convincere la famiglia ad abbandonare la cittadina dove abitano, e Edward a lasciare bella. La ragazza vive un lungo periodo di solitudine e tristezza, fino alla quasi casuale riapparizione nella sua vita di Jacob Black, il giovane indiano che per primo aveva fatto nascere in lei i dubbi sulla vera identità della famiglia di Edward. Ma la quiete appena ritrovata è turbata da eventi misteriosi, tra cui una strana serie di omicidi ai margini della foresta e l’apparizione di nuove, strane creature della notte.)

<<Bella>> sussurrò Alice. <<Edward non richiamerà. Ha creduto a mia sorella>>.

<<Non. Rie-sco. A ca-pi-re>>. Sillabai la frase in silenzio. Non avevo abbastanza fiato per chiedere ad alta voce quel che volevo sapere.

<<È partito per l’Italia>>.

Per capire, mi bastò un battito del mio cuore.

E sentii la voce di Edward, ma non era l’imitazione perfetta delle mie allucinazioni. Aveva il suono debole e anonimo dei ricordi. Però le sue parole bastarono a sbriciolarmi il petto e a riaprire la voragine. Venivano da un tempo in cui avrei scommesso qualsiasi cosa sulla sincerità del suo amore per me.

Be’, non sarei mai riuscito a vivere senza di te, aveva detto, in quella stessa stanza, mentre vedevamo morire Romeo e Giulietta. Ma non sapevo come avrei fatto… sapevo di non poter contare su Emmet e Jasper… perciò ho pensato di andare in Italia a scatenare l’ira dei Volturi… I Volturi non vanno irritati … almeno che non si cerchi la morte.

<<NO!>>. La mia esclamazione fu un grido talmente acuto, dopo i sussurri, da spaventare tutti. Il sangue mi andò alla testa quando compresi cos’aveva visto Alice. <<No! No, no, no! Non può! Non può farlo!>>.

<<Ha deciso un istante dopo che il tuo amico gli ha confermato che era troppo tardi per salvarti>>.

<<Ma lui mi ha…lasciata! Non mi voleva più! Che differenza fa, ormai? Sapeva che prima o poi sarei morta!>>.

<<Non credo che avesse in programma di sopravviverti a lungo>>, rispose Alice a bassa voce.

<<Ma come osa!>>, strillai. Mi ero rialzata in piedi e, tremando, Jacob tornò a fare da schermo tra me e Alice.

<<Oh spostati, Jake!>>. Sgomitai per farmi strada, disperata e impaziente. <<Cosa facciamo?>>, chiesi implorante ad Alice.

Doveva esserci una soluzione. <<Non possiamo chiamarlo? Carlisle non può fare niente?>>.

Fece cenno di no. <<È stato il primo tentativo che ho fatto. Ha buttato il cellulare nella spazzatura, a Rio: ha risposto qualcun altro…>>, sussurrò.

L’amore è fondamentale nella nostra vita, ma davvero saremmo disposti a tutto pur di stare accanto alla persona che amiamo? Anche a morire?

Credo che le persone profondamente innamorate si siano poste questa domanda almeno una volta.

Io penso, invece, che bisogna vivere per chi amiamo, anche nelle situazioni più disperate e difficili da sopportare.

L’amore è un sentimento bellissimo ed i bei sentimenti non dovrebbero mai portare alla morte.

Risultati immagini per new moon banner

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...